.

.

domenica 9 dicembre 2018

Torta 30


Per festeggiare il 30° di Jean Jaques, una bella torta a forma di numero!
E a detta dei presenti oltre che bella era anche buona!!




Ingr:

Per la base:
Per il numero 3 ho realizzato 2 torte rotonde di 25 cm
Per il numero 0 invece ho fatto 1 torta rotonda e una piccola rettangolare
Per ogni torta questi gli ingr:

250 gr: di farina
250 gr: di zucchero
3 uova
130 gr: di olio di semi di mais
130 gr: di succo di  limone mescolato ad acqua e limoncello
La buccia grattugiata di un limone
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito

Per farcire:
Crema pasticcera fatta con:
1/2 litro di latte
120 gr: di zucchero
50 gr: di farina
Buccia di limone
300 gr: di panna montata
Ananas,  mirtilli e lamponi






Montare le uova con lo zucchero e un pizzico di sale fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso.
Unire la scorza di limone e sempre continuando a frullare unire anche l'olio e il succo, aggiungere la farina setacciata insieme al lievito, mescolando delicatamente con una spatola per non smontare il composto.
Imburrare e infarinare uno stampo, infornare a forno già caldo a 170 per circa 30-35 minuti.
Far raffreddare su una gratella.






Una volta che le torte sono ben fredde, con un coppa pasta fare un buco nel centro e rifilarle dando la forma del numero, (io mi sono ritagliata il numero su un cartoncino con una larghezza di circa 6 cm. l'ho appoggiato sopra e, con un coltello seghettato ho tagliato) tagliarle quindi a metà, bagnarle con uno sciroppo di acqua, zucchero e limoncello, farcire con crema pasticcera mescolata alla panna, pezzettini di ananas e mirtilli e ancora crema sopra, poggiare sopra l'altra metà della torta e eccola pronta per essere decorata.
Per decorare montare 500 gr: di panna e con una sac a poche, seguendo i contorni dei numeri, formare tanti ciuffetti, decorare con fettine di ananas, mirtilli e lamponi, qualche fogliolina di menta e tenere in fresco fino al momento di servire.
Con queste dosi è venuta una torta per circa 40-50 persone.






mercoledì 28 novembre 2018

Penne integrali con funghi e fagioli


Un piatto rustico e saporito, perfetto per le fresche serate autunnali!


 
Ingr:

300 gr: di penne integrali
300 gr: di fagioli già cotti
40 gr: di porcini secchi
1 cipolla
1/2 bicchiere di vino bianco
2 rametti di rosmarino
Sale e pepe





Mettere a rinvenire i funghi in acqua tiepida per circa 30 minuti o fino a che non sono ben reidratati.
Scaldare un filo di olio in una padella e far rosolare la cipolla affettata finemente, unire i funghi strizzati e tagliuzzati grossolanamente, sfumare con il vino bianco e lasciar cuocere per alcuni minuti, aggiungere poi anche i fagioli cannellini e il rosmarino tritato, salare e pepare, ancora 3-4 minuti e il sugo è pronto.
Lessare le penne in acqua bollente salata, scolarla e versarla nella padella con il sugo, farla bene insaporire e servire.






sabato 17 novembre 2018

Torta a pois


Una semplice torta al cacao ma... con sorpresa!



Ingr.

230 gr. di farina
250 gr: di zucchero
3 uova
2 yogurt
80 gr: di burro
50 gr: di cacao amaro
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito







Lavorare le uova con lo zucchero, unire il burro fuso e freddo, i due yogurt, la vaniglia e infine, quando tutti gli ingredienti sono amalgamati perfettamente, unire anche la farina setacciata insieme al lievito, mescolando dal basso verso l'alto per non smontare il composto.
Riempire ora uno stampo per cake pops per formare le palline, infornarlo in forno già caldo a 170 per circa 10-12 minuti, nel frattempo versare nell'impasto rimasto il cacao setacciato, se dovesse risultare troppo duro ammorbidire con qualche cucchiaio di latte.





Foderare con carta forno uno stampo a cerniera di circa 24 cm, versare un po' di impasto al cacao sul fondo, sfornare i cake pops e posizionare le palline ottenute sopra, ricoprire con il resto del composto e infornare per circa 30 minuti. Quindi sfornare, lasciare raffreddare, togliere la torta dallo stampo, spolverare con zucchero a velo,  affettare e servire.








sabato 10 novembre 2018

Vitello al gorgonzola


Un arrosto dal gusto forte e saporito, un piatto autunnale!
 


Ingr:

800 gr: di vitello (un taglio per arrosti)
100 gr: di lardo
2 carote
2 cipolle
1 costola di sedano
1 mazzetto odoroso ( rosmarino, salvia e alloro)
200 gr: di gorgonzola
1 bicchierino di Brandy
1 bicchiere di latte
1 noce di burro
Olio extravergine di oliva
Sale e pepe






Con un coltello a punta e affilato incidere la carne in più punti, cercare di allargare con le dita il foro ottenuto, condirlo con sale e pepe e inserire all'interno il lardo tagliato a pezzettini.
Massaggiare esternamente la carne con sale e pepe e legarla con uno spago da cucina per farne mantenere la forma in cottura.
Fare un mazzetto e legarlo con il rosmarino la salvia e 2 foglie d'alloro.
Fare a pezzettini piccolissimi le carote, il sedano e le cipolle.
Versare l'olio in un tegame capiente con una noce di burro e farvi rosolare la carne a fuoco vivace e in modo uniforme girandola spesso, una volta che ha preso colore sfumare con il Brandy, quindi versare le verdure, mettere il coperchio, abbassare il fuoco e lasciar cuocere per circa 1 ora.
Tagliare a pezzetti il gorgonzola, metterlo in una ciotola e coprirlo con il latte.
Quando l'arrosto è cotto toglierlo dal tegame e lasciarlo intiepidire.
Rimettere sul fuoco il fondo di cottura, aggiungere il latte con il gorgonzola e cuocere mescolando fino a che non si è formata una salsa omogenea.
Togliere lo spago all'arrosto, tagliarlo a fette, napparlo con la salsa e servire.












domenica 14 ottobre 2018

Schiacciata con l'uva


Vecchia ricetta fatta tante volte, unica concessione l'uva senza semi... grande comodita!!





Ingr:

300 gr: di farina
150 gr: di zucchero
2 uova
100 gr: di latte + una noce di burro
1 bicchierino di Vin santo
1 bustina di lievito
1 cucchiaio di semi di anice
1 pizzico di sale
850 gr: circa di uva già pulita







Per prima cosa pulire e lavare l'uva, meglio se nera, staccare tutti gli acini e metterla da parte.
Montare le uova con lo zucchero e il pizzico di sale, versare il latte in cui si sarà fatto sciogliere il burro, unire anche il bicchierino di liquore e i semini di anice fatti rinvenire nell'acqua e per ultima versare la farina setacciata insieme al lievito, mescolate bene per amalgamare il tutto e a questo punto unire l'uva, mescolare e versare in uno stampo rettangolare, anche la placca del forno, foderato da carta forno, livellare, cospargere con una manciata di zucchero e infornare in forno già caldo a 180 per circa mezz'ora.








Related Posts with Thumbnails