.

.

domenica 6 dicembre 2015

Torta di semolino


Pensando al semolino viene sempre in mente una minestrina da bimbi piccoli o da vecchietti ma ci si sbaglia! Con il semolino ci si può fare anche una torta!! Questa infatti è una torta tradizionale toscana, un guscio di frolla racchiude una morbida crema al semolino e una copertura al cioccolato... golosa!!
 Dopo ripetuti tentativi, non sempre esaltanti, ecco la più soddisfacente delle versioni, complice anche un'occhiata al libro dell'Artusi che, anche se datato, è sempre un grande maestro!




Ingr:

Per la frolla:
250 gr: di farina
120 gr: di burro
120 gr: di zucchero
1 uovo
1 pizzico di sale
Scorza grattugiata di una arancia
1 pizzico di lievito

Per la crema di semolino
100 gr: di semolino
700 gr: di latte
100 gr: di zucchero
3 uova
30 gr: di burro
50 gr: di mandorle
1 pizzico di sale
La buccia di un'arancia

Per la copertura di cioccolato
200 gr: di cioccolato
200 gr: di panna






Preparare la frolla nel solito modo, impastando tutto,  formando una palla e metterla a riposare in frigo, anche per alcune ore.
Per la crema di semolino: Mettere a bollire il latte  con un pizzico di sale e la scorza di un'arancia, nel frattempo tritare le mandorle con lo zucchero, non appena il latte avrà raggiunto il bollore, versare  a pioggia il semolino e far cuocere, mescolando continuamente e a fiamma bassa, per alcuni minuti. Togliere dal fuoco e unire il composto di zucchero e mandorle, unire anche il burro, mescolare e lasciare intiepidire, quindi aggiungere le uova già sbattute a parte.
Distendere la frolla in uno stampo apribile di 24 cm imburrato o foderato di carta forno, rialzare bene anche i bordi, punzecchiare il fondo con una forchetta e fargli fare una prima cottura in forno già caldo a 170 per circa 15 minuti, quindi versare sopra la crema di semolino e rimettere in forno per altri 10 minuti, sfornare e lasciare raffreddare completamente.
Preparare la copertura spezzettando il cioccolato e mettendolo nella panna bollente fuori dal fuoco, mescolare bene fino ad ottenere una crema fluida e bella lucida, versarla sul dolce già freddo, far rapprendere a temperatura ambiente per almeno 3 ore.



2 commenti:

  1. Deve essere di una bontà incredibile,bravissima!

    RispondiElimina
  2. e che dolce....golosissimo..
    Brava Renza
    baci

    RispondiElimina

Grazie di essere passati...il vostro commento è molto gradito!

Related Posts with Thumbnails