.

.

lunedì 26 maggio 2014

Torta 18 anni


Il caro cuginetto Matteo ha compiuto 18 anni e questa è la torta che ho realizzato per lui!!

Ingr:

Per la base:
Per il numero 8 ho realizzato 2 torte rotonde di 22 cm
Per il numero 1 invece ho fatto 3 torte in stampi da plum cake di diversa lunghezza.
Per ogni torta questi gli ingr:

250 gr: di farina
250 gr: di zucchero
3 uova
130 gr: di olio di semi di mais
130 gr: di succo di  limone mescolato a limoncello
la buccia grattugiata di un limone
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito

Per farcire:
Crema pasticcera fatta con:
1/2 litro di latte
120 gr: di zucchero
50 gr: di farina
Buccia di limone
300 gr: di panna montata
1 cestina di fragole

Per decorare: Fragole e panna





Montare le uova con lo zucchero e un pizzico di sale fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso.
Unire la scorza di limone e sempre continuando a frullare unire anche l'olio e il succo, aggiungere la farina setacciata insieme al lievito, mescolando delicatamente con una spatola per non smontare il composto.
Imburrare e infarinare uno stampo, infornare a forno già caldo a 170 per circa 45-50 minuti.
Far raffreddare su una gratella quindi con un coppapasta fare un buco nel centro.
Per i plum cake: Stesse dosi di sopra per quello più lungo, stesse dosi ma l'impasto diviso a metà tra i due stampi più piccoli.
Una volta che le torte sono ben fredde tagliarle e rifilarle dando la forma del numero, (io mi sono ritagliata il numero su un cartoncino) tagliarle quindi a metà, bagnarle con uno sciroppo di acqua, zucchero e limoncello, farcire con crema pasticcera mescolata alla panna, pezzettini di fragole e ancora crema sopra, poggiare sopra l'altra metà della torta, spalmare di crema anche i lati esterni e rifinire con della pasta avanzata sbriciolata.
Tagliare a fette le fragole, magari scegliendo quelle più belle e tutte uguali, e decorare le torte sovrapponendole leggermente. Montare 500 gr: di panna e lateralmente formare tanti ciuffetti.
Con queste dosi è venuta una torta per 20-22 persone.

 

sabato 24 maggio 2014

Tasca di vitello agli asparagi


Un'ottimo e classico secondo della domenica questo! Il ripieno poi è particolarmente gustoso e di stagione... gli asparagi!


Ingr:

700 gr: circa di vitello aperto a tasca
200 gr: di petto di tacchino
1 mazzetto di asparagi
50 gr: di pancetta
1 uovo
1 cipollotto fresco
1 bicchiere di vino bianco
Olio extravergine di oliva, sale e pepe






Lavare e mondare gli asparagi, lasciare da parte le punte e tagliare a pezzettini i gambi. In una padellina con un filo di olio far appassire il cipollotto tritato,unire le rondelle di asparagi , salare e far cuocere per 10 minuti.
Tagliare a pezzetti il tacchino e frullarlo insieme all'uovo, sale e pepe, versare il composto in una ciotola, unirvi anche la pancetta a dadini e gli asparagi.




Con un coltello affilato e a punta aprire il pezzo di carne ricavando una tasca, operazione che può fare anche il macellaio, salare l'interno, farcire con il composto preparato e chiudere l'apertura cucendo con spago da cucina o con un filo resistente.
Scaldare l'olio in un tegame capiente, adagiarci la punta di vitello e farla rosolare da tutti i lati, bagnare con il vino bianco e farlo leggermente evaporare, quindi coprire e lasciar cuocere per circa 1 ora. Una volta cotto lasciarlo intiepidire, tagliarlo poi a fette e servirlo con il sugo di cottura e le punte di asparagi tenute da parte.









mercoledì 21 maggio 2014

Calamari alle olive


Una ricetta semplice ma saporita e profumata!


Ingr:

500 gr: di piccoli calamari
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
1 peperone verde
1 arancia non trattata
1 bicchiere di vino bianco secco
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
50 gr: di olive verdi e nere
Olio, sale e pepe







 In una casseruola con 4 cucchiai d'olio fare appassire l'aglio e la cipolla tritati, senza farli rosolare. Unire i calamari lavati, asciugati e tagliati a listarelle. Farli rosolare a fuoco vivo, versare poi il vino e lasciarlo evaporare. Tagliare a pezzetti il peperone e aggiungerlo ai calamari, unire anche 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro sciolto in mezzo bicchiere di acqua calda e una scorzetta d'arancia tritata finemente, salare, pepare, coprire e proseguire la cottura a fuoco basso ancora per 20 minuti circa.
5 minuti prima del termine della cottura, aggiungere le olive snocciolate e divise a meta, far insaporire e servire immediatamente.





domenica 18 maggio 2014

Pasticcio di mortadella


Un'antipasto caldo che fa sempre la sua figura!!




Ingr:

150 gr: di mortadella
20 gr: di burro
1 cucchiaio e mezzo di farina
1 bicchiere di latte
1 uovo
1 cucchiaio di parmigiano
Pepe e noce moscata






Sciogliere il burro in un pentolino, unire la farina e poi il latte, portare a bollore mescolando continuamente. Spolverizzare la salsa ottenuta con pepe e noce moscata e far raffreddare.
Tritare la mortadella e unirla alla salsa, unire anche l'uovo e far amalgamare, versare infine il parmigiano grattugiato mescolando bene per far amalgamare il tutto. Versare il composto ottenuto in stampini mono porzione, io ho usato questi carini della Pavoni, e cuocere in forno già caldo a 170 per circa 20 minuti.
Sfornare, far intiepidire e capovolgere i piccoli pasticci accompagnandoli a piacere con un'insalatina verde.







Related Posts with Thumbnails