.

.

lunedì 19 marzo 2012

Frittelle di riso


Per iniziare in dolcezza la settimana ecco le frittelle di riso o frittelle di San Giuseppe.
La tradizione vuole che queste frittelle vengano preparate il 19 marzo, festa di San Giuseppe appunto. Non c’è forno o pasticceria dalle mie parti che in questi giorni non profumi di frittelle. Anche se in realtà ormai si inizia a friggere queste frittelle già nel periodo di carnevale insieme ai cenci.
Questa ricetta però si discosta un po’ dall’originale perché invece di mettere le uova, il burro e la farina separati come si dovrebbe fare normalmente, uso invece la pasta per bignè, che serve a far si che le frittelle vengano più gonfie e inoltre, cosa da non tralasciare, non assorbono neanche tanto olio, anzi quasi per niente!




Ingr:

200 gr: di riso tipo originario
1 litro di latte
150 gr: di farina
100 gr: di burro
1 arancia e 1 limone
4 uova
1 bicchierino di rum
100 gr: circa di zucchero
Olio di arachide per friggere
Uvetta a piacere



Lessare il riso in un litro di latte con 2 cucchiai di zucchero e un pizzico di sale facendolo cuocere a fuoco bassissimo fino a quando il latte si sarà completamente assorbito.
Lasciare poi a riposo in frigo almeno un giorno o, come ho fatto io, una notte.

Il giorno dopo preparare una pasta per bignè: far bollire 250 gr: di acqua e 100 gr: di burro,
quando bolle versare tutta insieme i 150 gr: di farina, mescolare bene e rimettere sul fuoco fino a che il composto non si stacca dalle pareti.
A questo punto trasferire l'impasto in una ciotola, farlo intiepidire e incorporare le 4 uova una alla volta.
Aggiungere quindi anche il riso, la scorza grattugiata di un'arancia e di un limone, un bicchierino di rum e uvetta se piace, io questa volta non l'ho messa, amalgamare bene e con un cucchiaino prelevare un poco di impasto da immergere nell’olio bollente e profondo; più piccole si fanno meglio vengono!
Quando le frittelle sono dorate e vengono a galla scolarle con una schiumarola, metterle ad asciugare su un foglio di carta assorbente e rotolarle poi nello zucchero.



16 commenti:

  1. e quini stasera mi tocca proprio farle :-)

    RispondiElimina
  2. Molto ispitanti queste frittelle!! Voglio proprio assaggiarle, mi annoto subito la ricetta!!

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Mai assaggiate e a vederle posso dire che devono essere una squisitezza!! Davvero golose e da provare...Un bacio grande!

    RispondiElimina
  4. Quanto devono essere buone queste frittelle morbidissime!

    RispondiElimina
  5. ciao Renza
    ma che frittelle superlative!!!
    un'idea incredibile quella di mescolare il riso alla pasta bignè! non le ho mai mangiate ma credo che siano squisite!!
    baci

    RispondiElimina
  6. E' da tempo che non le faccio, che voglia!!!!!

    RispondiElimina
  7. San Giuseppe ci delizia con delle cose fantastiche...come queste frittelle che non conoscevo. Credo nella loro bontà. Ciao.

    RispondiElimina
  8. anche io ho fatto le frittelle (crispelle) di riso, sono un pò diverse ma il risultato mi sembra ottimo sia per la tua che per la mia ricetta... ce la scambiamo??? =)
    Un abbraccio e buona serata, Chiara

    RispondiElimina
  9. non conoscevo l'esistenza di queste frittelle. Devo rimediare assolutamente, ricetta copiata!
    un abbraccio
    Alice

    RispondiElimina
  10. Non conoscevo questa tradizione!!!
    Le tue sembrano ottime!!!
    Baci

    RispondiElimina
  11. Non le ho mai mangiate ma devono essere proprio buone ^_^ Interessante la tua variante con la pasta per bignè. Un bacio, buona giornata

    RispondiElimina

Grazie di essere passati...il vostro commento è molto gradito!

Related Posts with Thumbnails