.

.

sabato 10 aprile 2010

Pizza senza impasto

Un po’ di tempo fa provai a fare la pizza del pizzaiolo Bonci… non rimasi molto soddisfatta… allora cercando nel web mi sono imbattuta nella ricetta di Paoletta di Anice e cannella… l’ho fatta già varie volte… viene una pizza perfetta!!!



Ingr:

400 gr: di farina 0
300 ml: di acqua
2 cucchiai d’olio
1 cucchiaio di preparato per purè
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di miele
½ bustina di lievito di birra liofilizzato

La ricetta completa è questa, di Paoletta, io mi sono limitata solo a seguirla:

Mettere la farina, i fiocchi di patate, il sale, tutto in una grossa ciotola.
Versare tutta l'acqua, dove si è precedentemente fatto sciogliere per 10' il lievito e il malto e subito l'olio... mescolare velocemente, 1 o 2 minuti, giusto il tempo per far amalgamare tra loro gli ingredienti.
Coprire con un sacchetto di nylon o con pellicola e mettere in frigo a 4°per circa 20/24h.
In pratica è possibile impastare la sera prima, anche dopo cena, per averla pronta la sera successiva.
Il giorno successivo tirar fuori l'impasto dal frigo verso le 17,30 e lasciarlo a temperatura ambiente per 2 ore.
Dopodichè rovesciarlo sulla spianatoia ben spolverata di farina di grano duro, spezzare in due e dare ad ogni pezzo le pieghe di Adriano quelle del primo tipo.

(Cioè stenderlo e piegarlo a portafoglio: un terzo d'impasto da sinistra al centro e poi da destra verso il centro
Ridistendere ancora, sempre con le mani, un terzo della pasta verso il centro e l’altra parte sopra, ora cercare delicatamente di formare una palla, spingendo i quattro lembi verso il sotto
Mi ci è voluto di più a spiegare che a fare l’impasto!!!)
Lasciar riposare coperto con un panno umido per circa 20 minuti.
Ungere due teglie rettangolari di circa 25 x 30 cm. o 2 teglie tonde di 35 cm. di diametro e stendervi l'impasto, vedrete come questo si stenderà a meraviglia sotto le vostre mani!!
Condite a piacere e lasciar riposare ancora mentre il forno raggiunge la massima temperatura. Dopodichè infornate in forno caldissimo, ventilato a 250°

Per la cottura ho seguito le indicazioni del Bonci: I primi 15 minuti mettere la pizza nella parte più bassa del forno condita con solo il pomodoro, poi passarla nella parte superiore per farla cuocere anche sopra, quando è quasi cotta mettere la mozzarella non a dadini ma “strappata” a pezzetti più o meno grossi.



Le foto non rendono molto ma viene una pizza buonissima... friabile ma morbida... croccante ma tenera… insomma è da provare!

3 commenti:

  1. oh che buona.... la mangerei pure a colazione :-)))

    RispondiElimina
  2. Deliziosa, tesoro, una pizza davvero invitante! Buon fine settimana

    RispondiElimina
  3. adoro tutti i tipi di piazza ,che buona1

    RispondiElimina

Grazie di essere passati...il vostro commento è molto gradito!

Related Posts with Thumbnails